Oltre il Muro #8

headabovewater

[AVVISO AI LETTORI]

Consiglio, caldamente e sadicamente, di leggere questo passo immedesimandosi nel personaggio.

“Caro Gerard, guardati bene negli occhi, fino a farli lacrimare. Che hai visto? Amarezza? Rimpianto? Orgoglio? Gerard, tu non hai visto nulla.

Entropia improduttiva che dà inevitabilmente come risultato la tua empietà nei confronti di qualsiasi cosa collida erroneamente con il tuo sistema. Ma, l’istinto precipuo che pervade la tua mente è quello di subire l’urto e ciò nella tua ottica è inevitabile.

Suvvia, le perdite non sono mai così significative, ti è rimasto qualche blando quarto d’ora per macinare i semi del tempo, anziché farli germogliare. Lo scorrere dei minuti, uno più gravoso dell’altro, dipinge un sentiero scarlatto, da non lasciarti  un momento per comprendere la motivazione di un colore così vivido per un sangue così laido.”

[AVVISO AI LETTORI]

Consiglio una breve interruzione.

“Verdi laghi, pinete smeraldine, salmoni bronzei e guizzanti, alla luce di un sole avvolgente e rassicurante? No, non credo si tratti di ciò, assumo che la morte sia “l’udire il suono del silenzio”. Ma, il nucleo instabile della questione non è questo, no.

Ti ho considerato il migliore interlocutore per molti anni Gerard, che ti è rimasto da novellare presentemente? Continuerai a trasognare di velleità come attendere angeli e cercare cuori d’oro? Proseguirai crogiolandoti nell’ascolto del tuo disco usurato? Seguiterai eseguendo motivi insensati con la tua Jumbo? Protrarrai la tua esistenza peritura  tra l’alcova e la poltrona vellutata? Ti cimenterai nel ruolo del Re senza un dominio? Pasteggerai all’ombra dei castagni della tua infanzia? Quasserai le fondamenta dei templi della tradizione giudaico-cristiana? O ti allieterai di una felice scemenza acquisita?

Lascia che sia Io a darti una responsiva:

Certamente, proseguirai con codesto circolo vizioso, ma in mia assenza. Io ti congedo irrevocabilmente.

Arrivederci oltre il Muro.”

Il giovane precipitò al di fuori dello specchio, o’mai inabitato.

Scritto e redatto da Mieletere

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...